mer 26 luglio 2017

2:44

 
Profilo
Profilo
Il Territorio

Abitanti

1.073.643 (il 18% della popolazione della Campania)

Superficie

4.918 chilometri quadrati (il 36% del territorio della Campania)

Densità

218 abitanti per chilometro quadrato

Per la vastità, la complessità e la diversificazione del territorio, comprendente diverse regioni storico-geografiche, è sicuramente una delle province più varie d’Italia.

La parte a nord del capoluogo, meno estesa, si divide nella fascia costiera – la Costiera Amalfitana, cioè l’aspra costa meridionale della penisola sorrentina che va dal confine con la provincia di Napoli fino a Vietri sul Mare – e nel retrostante agro nocerino-sarnese, fertilizzato dalle ceneri vesuviane. Il capoluogo si affaccia sulla Piana del Sele, mentre ancora più a sud si trova il Cilento, territorio montuoso e verdeggiante di difficile accessibilità, a lungo rimasto isolato dai principali flussi di traffico, ma di grande fascino paesaggistico. A est si trova la Valle dell’Irno, che si collega all’appennino campano confinando con la provincia di Avellino. Verso sud, sempre al confine con gli appennini, si apre il Vallo di Diano che chiude a est il Cilento e comunica con la Basilicata.

Il territorio, in prevalenza collinare, è ricco di corsi d’acqua, il principale dei quali è il fiume Sele, che nasce nella provincia di Avellino e sfocia dopo 64 chilometri nei pressi di Paestum, con una portata di circa 70 metri al secondo. Altri corsi d’acqua sono il suo affluente Calore Salernitano, il Tanagro, il Bussento, il Sarno e l’Alento dal quale prende il nome la regione cilentana (cis-alento).
Tra le alture di rilievo vanno ricordate il Cervati (1898 metri) e il massiccio degli Alburni (1742 metri) con il monte Motola (1700 metri) nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, e il Pizzo San Michele (1.567 metri) con la cima Mai (1.608 metri), al confine con la provincia di Avellino.
La costa della provincia di Salerno si estende per circa 220 chilometri, da Positano a Sapri. La morfologia della costa è estremamente varia. La parte nord è rappresentata dalla celeberrima Costiera Amalfitana, aspra e frastagliata, dalla quale si godono panorami unici al mondo. La parte centrale, invece, è dolce ed è caratterizzata da un'ampia ed ininterrotta spiaggia, orlata da una rigogliosa pineta, che si estende per più di 50 chilometri da Salerno ad Agropoli, passando per Paestum. La parte sud, infine, detta Costiera Cilentana, si estende per circa 100 chilometri da Agropoli a Sapri ed è caratterizzata dal continuo alternarsi di tratti aspri e rocciosi a spiagge ampie e sabbiose.

Il clima è uno dei più miti d'Italia ed è caratterizzato da inverni tiepidi e da estati calde ma non afose. La temperatura media del mese di gennaio è 10,8 ° mentre quella di luglio è di 24,5°. La dolcezza climatica è dovuta al fatto che il territorio provinciale è protetto dai venti freddi nordorientali ed esposto a quelli sudoccidentali.

la provincia di Salerno

La Provincia di Salerno dal satellite
 
 
© 2017 ViViBanca S.p.A.